Cerca
  • FEDERICA ISACCO GRASSI

La Terapia Con la Coppia (1 + 1 = 3)



Partiamo da questa affermazione (1+1=3) per spiegarvi il nostro modo di intendere la TERAPIA PSICOLOGICA DI COPPIA.


Presi dalle prime fasi dell’innamoramento, entusiasti della nuova dimensione duale e desiderosi di rendere l'altro felice e coinvolto, i partner, all’inizio di una relazione amorosa, spesso tendono a modificarsi e plasmarsi, ricalcando i desideri di chi amano.

Questo atteggiamento, istintivo e connotato dalle migliori intenzioni, può, però, mettere a rischio gli equilibri della coppia nascente: dove finiscono le individualità di ciascuno? Complementarietà e Reciprocità sembrano essere gli elementi fondamentali per una coppia ben riuscita, ma bisogna tenere a mente che questi concetti implicano la presenza di due personalità che dialogano, si confrontano, non che si annullano l'un l’altra.

L'unione di due porta al consolidarsi di un terzo nuovo elemento, LA COPPIA, che li comprende entrambi.




La caratteristica saliente della fase dell’innamoramento è la “permeabilità del sé", la sensazione è quella di non bastare più a sé stessi, di avere continuamente bisogno dell'altro che, con la sua presenza, ci rende completi. Ciò mette a dura prova i confini soggettivi (Menghi, 1999). In realtà, è proprio non smettendo di occuparsi di sé e proteggendo questi confini, magari ampliandoli, che si potrà dar luce a una dimensione di coppia più appagante e più stabile.

Anche nelle relazioni che durano da più tempo, spesso, si rintraccia la tendenza a voler cambiare il partner, per poi ritrovarsi a non riconoscere più la persona di cui ci si era innamorati e, nelle situazioni più complesse, arrivando addirittura a non riconoscere più se stessi.



In MOMENTI DI CRISI, di CAMBIAMENTI o in SITUAZIONI PARTICOLARI, le fondamenta dei legami affettivi vengono scosse e rischiano di essere minate. Prendiamo, ad esempio, la convivenza forzata dettata dalla quarantena per il covid-19: numerose coppie non conviventi si sono trovate costrette a rimanere separate, altre, viceversa, si sono ritrovate ventiquattr’ore su ventiquattro a condividere lo spazio e il tempo quotidiani.

Questo cambio radicale dell’assetto consueto può aver messo in difficoltà gli equilibri interni al rapporto. Inoltre, cosa non meno importante, ciascuna persona ha visto negata la possibilità di sviluppare la propria individualità fuori dalle mura domestiche. Tale condizione, imposta, prolungata e inaspettata, può essere stata l’occasione per portare alla luce dinamiche disfunzionali latenti, ma può, al contempo, aver risvegliato affinità, vicinanza, desiderio e anche sentimento. Certamente, ha dimostrato che una coppia funziona tanto meglio, quanto più ciascun individuo ha la possibilità di sviluppare e mantenere soddisfacente la propria sfera personale, per restare poi aperto alla condivisione.


APPROCCIO TERAPEUTICO

La filosofia di base del nostro approccio terapeutico alla coppia sta nella formula “1+1=3”, dove “1” è ciascun partner e “3” la coppia che li comprende. Proprio per questo creiamo uno SPAZIO INDIVIDUALE in cui ciascun partner possa esprimersi e, al contempo, uno SPAZIO DUALE in cui la protagonista sia la coppia; questo si traduce in un setting che prevede sia incontri di coppia, che individuali, ciascuno con il proprio terapeuta.

Stare bene con l'Altro, infatti, implica necessariamente stare bene con se stessi.

In un percorso terapeutico di questo tipo il focus resta la coppia, l’OBIETTIVO è costruire o ritrovare l'equilibrio a due, ma le tappe per arrivare alla meta prevedono un lavoro introspettivo di ciascuna persona, un mettersi in gioco come individui prima, e come partner dopo. Un'unione amorosa equilibrata non può prescindere dal fatto che ciascun partner mantenga sé stesso.

Per questa ragione anche noi lavoriamo in due, credendo fermamente che l’apporto di ognuna completi il lavoro con i tre pazienti che ci troviamo ad aiutare: un partner, l’altro e la coppia che formano.



Se leggendo questo articolo hai rivisto tratti della relazione amorosa che stai vivendo, prova a contattarci e comincia il tuo percorso individuale e di coppia, mostrando di avere cura, anche preventiva, del tuo legame d’amore. Unione non è fusione.



Created by Federica Isacco Grassi e Vera Longhena - tutti i diritti riservati

immagini: <a href='https://it.freepik.com/foto-vettori-gratuito/persone'>Persone foto creata da teksomolika - it.freepik.com</a>, <a href="https://it.freepik.com/foto-vettori-gratuito/persone">Persone foto creata da teksomolika - it.freepik.com</a>

26 visualizzazioni
  • linkedin psicologa isacco grassi bre
  • facebook isacco grassi psicologa
Via Ferramola, 14  CP 25100, Brescia
E-mail: info@isaccograssipsicologa.it
Tel: +39 329 21 81 984

© 2019 by Laura B.